Quando un paese straniero diventa un pezzo del tuo cuore, è facile iniziare ad immaginare una vita lì. Daniela Matichecchia, piemontese sposata con un senegalese, da qualche mese ha deciso di realizzare il sogno che portava nel cuore: trasferirsi proprio in Senegal.

 

“Ciao Daniela, hai fatto il grande passo: lasciare l’Italia per il Senegal. Raccontaci come hai maturato questa decisione”

“Era da tempo che stavo pensando ad imprimere una svolta alla vita mia e della mia famiglia. La decisione si è fatta strada durante la mia seconda gravidanza, quando mi sono ritrovata ad un bivio: volevo cambiare vita”.

Intervista a Daniela italiana in Senegal

“Dicci di più: dove vivevi? Di cosa ti occupavi?”

“Ho vissuto per 35 anni in provincia di Torino, cambiando continuamente lavoro poiché perennemente precaria: barista, segretaria, commessa, operaia. Non mi sono mai tirata indietro ma non sono mai riuscita ad avere una stabilità. Ho messo su famiglia e, proprio quando ero incinta del mio secondo bambino, ho capito che era il momento giusto per cercare altro. Volevo un lavoro da svolgere da casa o qualsiasi altro luogo, volevo un’attività che assecondasse il mio nuovo mondo familiare. Così, ho iniziato a fare ricerche online, con la certezza di voler vivere di una mia grande passione: i viaggi”.

 

“Qual è il tuo lavoro oggi?”

“Sono una Consulente di viaggi online con Evolution Travel. Un giorno, appunto cercando online, ho iniziato a prendere informazioni su questa realtà. Ho deciso di aderire perchè mio marito ed io stavamo iniziando a pensare ad un trasferimento in Senegal: mi sono lanciata nella vendita di viaggi peer avere un’entrata economica mia e soprattutto per poter portare il mio lavoro sempre con me. Cosa fondamentale è ovviamente anche la possibilità di occuparmi al meglio della mia famiglia”.

 

“Da quando sei in Senegal, sei riuscita a lavorare come quando eri in Italia?”

“Sì, non ho avuto nessun problema, anzi adesso mi sento più carica al mattino perchè, quando alzo gli occhi dal pc, mi ritrovo uno stupendo panorama: il mare di Joal-Fadiout, il villaggio di pescatori dov’è nato mio marito e che oggi è la nostra nuova casa”.

 

“Come ti trovi in Senegal? Com’è stato il periodo di adattamento dopo il trasferimento?”

“Sono molto soddisfatta della nostra scelta, anche se per essere del tutto contenta dovrà passare ancora del tempo: mio marito non ci ha ancora raggiunti: sta lavorando con un contratto a termine in Italia. Non appena terminerà l’incarico, verrà anche lui qui in Senegal. Ad ogni modo stiamo bene e non ci sentiamo soli: qui tutti mi conoscevano già, essendo stata spesso in vacanza in passato, con mio marito. I nostri bambini vivono liberi, all’aria aperta, giocano e respirano aria pura. Questo è un paese in crescita anche dal punto di vista economico, abbiamo pensato che i nostri figlio potessero avere più possibilità qui rispetto all’Italia”. Anche il turismo è un settore che sta avendo un buon riscontro e io, grazie al mio lavoro di Consulente di viaggi, sto lavorando affinchè sempre più persone possano scoprire questi posti fantastici”.

 

“Come ti stai organizzando affinchè ciò possa avvenire?”

“Anzittutto sto studiando molto per ottenere sempre più informazioni sul Senegal, in modo da poter consigliare al meglio i miei clienti. Il mio progetto è proprio specializzarmi su questa terra e in generale sull’Africa: sono i luoghi che più amo e che vorrei conoscessero tutti!”

 

“Perchè hai scelto proprio Evolution Travel?”

“Da subito mi ha stupita la quantità e la qualità di sessioni formative messe in campo. Per me migliorarsi è tutto, quindi ho apprezzato subito la possibilità di poter “studiare” in questo campo grazie a webinar e risorse erogate gratuitamente da Evolution Travel per i propri Consulenti di viaggio. Oggi come oggi, devo confessare che mi sto impegnando ancora più di prima perchè qualche mese fa sono cascata con tutte le scarpe in una scelta sbagliata. Ho infatti aderito ad un altro network di vendita di viaggi, immaginando che avrei guadagnato di più. In realtà è andata molto male perchè non ho ricevuto neppure lontanamente tutto il supporto che invece dà Evolution Travel: non ho ricevuto strumenti tecnici ottimali per lavorare. Non ho ricevuto formazione. Non ho ricevuto neppure assistenza quando ho iniziato a capire di aver preso un abbaglio e di aver bisogno di aiuto da parte dello staff per poter lavorare bene. Insomma non ho concluso nulla”.

 

“A quel punto cos’hai fatto?”

“Mi sono resa conto dell’errore e ho contattato di nuovo Evolution Travel spiegando quello che era successo e chiedendo di poter tornare in attività. L’avevo fatto perchè il trasferimento in Senegal era stato onoroso e in quel momento pensavo di poter guardagnare di più con l’altro network. Mai decisione fu più sbagliata! L’ho capito a miei spese. Per fortuna lo staff di Evolution Travel non ha richiesto alcuna penale o nuova adesione. In pratica mi hanno riaccolta tra loro e nell’arco di 4 giorni ho avuto di nuovo accesso a tutti gli strumenti tecnologici, al mio sito e alla formazione: ho ricominciato a lavorare immediatamente, davvero con nuovo slancio”.

 

“Oggi come vedi il tuo futuro?”

“Vedo i miei bambini, mio marito e me qui in Senegal per lunghi anni, a contatto con la natura e tra persone accoglienti e cordiali. Immagino i miei clienti in viaggio in Africa e in Senegal, sempre più numerosi ed entusiasti di questi luoghi magici. Mi sento fortunata perchè ho potuto compiere il passo del trasferimento con la certezza che anche qui avrei potuto continuare a svolgere la professione che amo, guadagnando e contribuendo al benessere della mia famiglia. Non ho dovuto cercare lavoro qui: ce l’avevo già. Per me è stato fondamentale!”

 

Ti piacerebbe scoprire nel dettaglio i mestiere del Consulente di viaggi online? Clicca qui e accedi alla Guida introduttiva gratuita!

 

Vuoi conoscere Daniela? Ecco il suo sito di viaggi e vacanze.

 

Leggi qui tutte le altre intervista agli italiani all’estero.