Dati sull’emigrazione italiana nel 2016

In un periodo in cui tanti extracomunitari si stanno trasferendo nel nostro paese, altrettanti italiani lo stanno lasciando alla ricerca di maggior fortuna in altre nazioni. In un clima quasi silenzioso, migliaia di italiani nel solo anno 2016 hanno preparato la valigia e si sono spostati in terre vicine o in terre lontane. In questo articolo andremo ad analizzare i dati sull’emigrazione italiana nel 2016, analisi rilasciata da Fondazione Migrantes e che potete leggere integralmente qui http://banchedati.chiesacattolica.it/pls/cci_new_v3/V3_S2EW_CONSULTAZIONE.mostra_pagina?id_pagina=84393.

 

Dati sull’emigrazione italiana nel 2016

Dati sull’emigrazione italiana nel 2016

Al 1 gennaio 2016 gli iscritti all’AIRE sono 4.811.163, ovvero il 7,9% della popolazione intera. Nel solo anno 2016 si sono iscritte ben 189.699 persone al registro. Considerando anche il fatto che non tutti gli italiani all’estero sono iscritti all’Anagrafe Italiani Residenti all’Estero, possiamo dire che su ogni 10 italiani, 1 vive all’estero.

Negli ultimi 10 anni (periodo 2006 – 2016) le nazioni che hanno visto un aumento di italiani residenti, sono: Spagna +155.2%, Brasile +151.2%, Argentina +93.7%, Regno Unito +76.4%, Germania +31.4%, Australia +31.1%, USA +31%, Svizzera +29.6%, Belgio +22.7%, Francia +22.3% e Canada +12%.

 

Andando ad analizzare i dati demografici, possiamo notare che la fascia d’età con più espatriati è quelle che va dai 18 ai 34 anni (36.7%), ovvero giovani alla ricerca di maggior fortuna e 30enni che nel nostro paese si vedono chiudere le porte in faccia per diversi ruoli lavorativi. Questo dato insieme a quello della fascia con persone dai 35 ai 49 anni (25.8%), non sorprende più di tanto, ma ciò che più colpisce è il 20.7% di minorenni che lasciano il nostro paese. Ciò sta ad indicare un elevato numero di famiglie con figli che lascia l’Italia e cerca di crearsi una nuova vita all’estero.

  

 

Da quali zone gli italiani partono?

Quali sono le regioni che hanno perso più residenti a discapito dell’estero? Molti resteranno sorpresi, ma le regioni che vedono più persone partire per trasferirsi fuori dai nostri confini sono la Lombardia ed il Veneto. La Lombardia ha visto nel 2016 ben 11.522 uomini e 8.566 donne andarsene, mentre il Veneto 5.769 uomini e 4.605 donne. Un altro dato sorprendente è quello relativo alla quota più elevata di donne che espatriano, si registra in Trentino e raggiunge quota 45,5%.

 

Ed in quali nazioni preferiscono trasferirsi i nostri connazionali?

Fra le prime 5 in classifica troviamo 4 nazioni europee e una sudamericana. La Germania è storicamente fra le nazioni preferite dagli italiani che si vogliono trasferire all’estero ed infatti la troviamo in prima posizione con 16568 nuovi iscritti. In seconda posizione troviamo il Regno Unito, grazie alla sua capitale Londra. Nonostante i problemi post-brexit il Regno Unito resta una delle mete preferite, infatti conta 16503 italiani che hanno preso la residenza solo nel 2016. A seguire troviamo la vicina Svizzera con 11441 residenti, la Francia con 10728 e in quinta posizione il Brasile con 6046 residenti italiani. 

 

Non sono soltanto i lavoratori a voler lasciare l’Italia, ma lo sono anche gli studenti. Infatti sono quasi 50.000 gli studenti italiani che in un solo anno hanno deciso di non continuare gli studi in Italia, ma di farlo all’estero. Le nazioni che hanno visto il maggior aumento % di iscritti italiani sono gli USA, l’Australia ed il Belgio. Invece le prime 5 nazioni con più iscritti sono: Regno Unito 9.499 studenti italiani iscritti, Austria con 7.606, Francia con 6.729, Spagna con 4.762 e Svizzera con 4.562 studenti italiani iscritti.

Volete proporre la vostra candidatura per un lavoro all'estero? Compilate il form qui sotto e, se le agenzie saranno interessate, verrete ricontattati direttamente da loro. Il Curriculum Vitae deve essere in formato .pdf, .doc o .docx.






Autorizzo al trattamento dei miei dati personali

 

Anche i pensionati stanno piano piano prendendo in considerazione l’idea di trasferirsi all’estero per vivere la vecchiaia in un paese con meno tasse e prezzi più bassi. Le nazioni preferite dai pensionati italiani sono la Spagna, la Francia e la Svizzera. In forte aumento anche il Portogallo visto le ottime agevolazioni sotto l’aspetto fiscale.

 

Chiudiamo questo articolo con una curiosità: Almeno 5 mila famiglie in tutto il Regno Unito, quindi almeno 20 mila persone, sono di provenienza bengalese, ma di cittadinanza italiana. Ciò vuol dire che sono doppiamente emigranti, prima dal Bangladesh verso l’Italia e, poi, non trovandosi bene nel nostro paese hanno deciso di ripartire e trasferirsi fra Londra, Manchester e le altre città del Regno Unito.

 

Ebook "Come ho affrontato il trasferimento all'estero"

admin@viviallestero.com Parlano di Noi - Viviallestero.com Chi Siamo - Viviallestero.com Trattamento Dati

Registrati per ricevere la nostra Newsletter

Acquista una SIM Card inglese dall'Italia

Le ultime offerte di lavoro per italiani all'estero

Interviste agli italiani all'estero Richiedi il tuo rimborso delle tasse

Trova gli hotel più economici

Guarda la mia intervista su Rai Italia

Guarda l'intervista di Stefano Piergiovanni su Rai Italia

Guarda la mia intervista su Rai2

Guarda l'intervista di Stefano Piergiovanni su Rai2

Guarda la mia intervista su SkyTg24

Guarda l'intervista di Stefano Piergiovanni su SkyTg24 Economia

Attività all'estero

Le migliori scuole di lingua all'estero Studia le lingue straniere online e gratis